Montello

Il Montello si estende per una quindicina di chilometri in lunghezza e per cinque in larghezza. Il punto più alto è il “ Collesel Val dell’Acqua “ a 371 mt sul livello del mare. Geologicamente tutto il colle è costituito da una successione di strati geologici che vanno tra il Cretaceo superiore e il Miocene superiore, un arco di tempo tra i 60 milioni e i 5 milioni e mezzo di anni fa. Tutto il colle è costituito da conglomerati poligenici di origine alluvionale. Il Montello con le sue doline, i suoi boschi intercalati da prati ed aree coltivate offre al visitatore uno spettacolo affascinante, anche se è facile capire quanto l’attività dell’uomo abbia contribuito a modificare il territorio adattandolo, nel tempo, alle esigenze socioeconomiche che il corso della storia ha imposto.
D’estate, quando in pianura regna l’afa, in tutta l’area collinare il clima è particolarmente mite grazie alla leggera ventilazione e alla copertura arborea.
Facile luogo di ristoro estivo per chi fugge dalle città vicine: Treviso, Venezia, Padova. E così, mentre la città si spopola, il Montello vive la sua stagione più bella ed offre le sue ‘prese’ ombrose ed i boschi silenti al picnic, alle gite in bicicletta, alle escursioni a piedi, o a cavallo, al semplice relax sull’erba profumata. Itinerari diversificati sono proposti per soddisfare le esigenze del naturalista, dello storico, dello speleologo che si infila nelle numerose grotte, e di quanti desiderano soltanto assaporare la genuina cucina locale.

Invia un commento

Devi essere logged in per pubblicare un commento .